Trasferimento di ramo d’azienda e legittimazione processuale del cessionario


Il trasferimento dell’azienda o di un ramo di essa configura una successione a titolo particolare nei rapporti preesistenti il che, sul piano processuale, determina la prosecuzione del processo in corso tra le parti originarie, salvo il diritto del successore a titolo particolare di intervenire nel processo o la possibilità di chiamata in causa dello stesso (Corte di Cassazione, sentenza 04 giugno 2019, n. 15156)


Una Corte di appello territoriale aveva dichiarato inammissibile il gravame proposto da una società avverso la sentenza del Tribunale di prime cure che, pronunciando nella causa promossa da un lavoratore nei confronti di un titolare di un’impresa individuale, aveva ritenuto ingiustificato il licenziamento intimatogli. La Corte di merito aveva fondato la statuizione di inammissibilità sul rilievo che l’impugnazione era stata proposta da un soggetto diverso da quello destinatario delle pronunce di condanna nel giudizio di primo grado.


Ricorre così in Cassazione la società, censurando la sentenza impugnata per aver escluso che essa avesse acquisito mediante il conferimento dell’azienda, insieme con la qualità di debitore solidale, la legittimazione ad impugnare la decisione di primo grado.
Per la Suprema Corte il ricorso è fondato. Al riguardo, infatti, la trasformazione di un’impresa individuale in una società di capitali non è riconducibile alla trasformazione societaria, in quanto uno dei termini del rapporto è estraneo all’ambito delle società. Si tratta, invece, di un trasferimento a titolo particolare, nelle forme del conferimento o della cessione di un diritto dall’imprenditore individuale all’impresa collettiva, per atto tra vivi, atteso che l’estinzione dell’impresa individuale non costituisce il presupposto del trasferimento stesso. Pertanto, qualora detta trasformazione intervenga nel corso del processo, la società è legittimata ad impugnare la sentenza emessa nei confronti dell’impresa individuale, a condizione che la successione a titolo particolare nel diritto controverso, da cui deriva la legittimazione processuale, sia allegata e provata.
Del resto, anche il conferimento di un’azienda individuale in una società di capitali costituisce cessione di azienda e, sul piano processuale, configura un’ipotesi di successione a titolo particolare nel diritto controverso.